In evidenza

  • condividi
  • |
  • |

11 giugno 2019

Copit riparte con il deposito di Lamporecchio ripristinato dopo l’incendio di febbraio 2019

A distanza di soli quattro mesi dal grave incendio che nella notte tra il 2 ed il 3 febbraio 2019 ha colpito il deposito autobus di Lamporecchio, distruggendo 8 autobus e parte dello stabile, Copit ha già ricomposto la struttura ed annuncia oggi il ritorno alle sue complete funzionalità.
L’Azienda, che aveva reagito prontamente al danno subìto, riuscendo ad assicurare comunque la copertura del servizio grazie alla disponibilità di bus in prestito da CAP Autolinee, ha riparato in tempi record il deposito, apportando anche numerose migliorie in termini di sicurezza, a cominciare dall’impianto di videosorveglianza, in corso di installazione.
Sono poi stati ridefiniti gli stalli di sosta dei veicoli, con una nuova distribuzione che consente di lasciare libero lo spazio equivalente ad un posto tra ciascuna fila di autobus, così da arginare l’eventuale propagarsi di fiamme libere.
Per quanto riguarda l’edificio, sono stati sistemati i portoni ed è stato installato un nuovo lampione al posto del precedente fuso dal fuoco; mentre il piazzale è stato nuovamente delimitato con recinzione nuova.
La piena ripresa delle attività nel deposito di Lamporecchio anticipa di breve tempo la prossima presentazione pubblica di tre nuovi autobus urbani, mentre altri 5 nuovi bus extraurbani saranno presentati ad ottobre, permettendo così all’Azienda la completa sostituzione degli 8 mezzi distrutti dalle fiamme.